Accedi o Registrati
Un bene che appartiene all'umanità intera
  • 18/07/2020
  • Miriam
  • To see: landscape & places
  • 388
  • 0

Un bene che appartiene all'umanità intera

Racchiusi dai bacini fluviali del Paglia e del Tevere, dalle colline del Parco del Lago Trasimeno e dalle catene montuose dell'Orvietano si trovano dei boschi secolari dalla flora intatta.

La Riserva del Monte Peglia e Selva di Meana: è questa l'area di straordinaria bellezza che dal 2018 è finalmente entrata a far parte del Patrimonio Mondiale UNESCO.

Le Riserve della Biosfera UNESCO contano oltre 700 luoghi nel mondo - di cui 19 in Italia - che si distinguono per la tutela delle biodiversità e per un rapporto equilibrato tra uomo e ambiente. In Umbria il territorio dei comuni di San Venanzo, Orvieto, Parrano, Ficulle sposa perfettamente la missione del programma "L'Uomo e la Biosfera" (MAB).

Il territorio, popolato da piccoli borghi, non è mai stato sfruttato intensamente e le attività economiche presenti rispettano lo sviluppo sostenibile.
Un ecosistema formato da una grande varietà di flora rimasta pressoché intatta nel corso dei secoli che conta lecci, querce, aceri, cerri, corbezzoli e da una fauna che conta oltre 44 specie di mammiferi selvatici.

Un bene che appartiene all'umanità intera

La Riserva è il vero e proprio polmone dell'Umbria, cuore verde d'Italia evuole rappresentare un punto di congiunzione tra le riserve del nord Europa e il Mediterraneo.
L'area del Monte Peglia comprende inoltre i tre vulcani di San Venanzo, attivi 265.000 anni: nel parco sono presenti minerali e rocce rarissime e giacimenti preistorici.
Scoprire la riserva della biosfera significa esplorarne i piccoli borghi medievali come Poggio Aquilone, Civitella dei Conti, Rotecastello; provare l'adrenalina del canyoning nella forra "Tane del Diavolo", nei pressi delle sorgenti di Parrano; passeggiare nei boschi o avventurarsi nei percorsi di trekking più impervi; gustare le produzioni locali come la sella di San Venanzo, un salame unico nel suo genere, o il fagiolo secondo, presidio Slow Food; perdersi nello stile di vita lento e innamorarsi di Orvieto città slow per eccellenza.

Le proposte Dreavel per scoprire la Riserva della Biosfera UNESCO:

San Venanzo campagna e cucina

Monte Peglia con gusto

Nella terra di mezzo

A cavallo sui monti di orvieto

Alla scoperta di Orvieto