Accedi o Registrati
LA FAMIGLIA DEGLI ARRONI E UN PAESE UMBRO DALLE NOBILI ORIGINI ANTICHE
  • 03/09/2018
  • Paola
  • Events & exhibition
  • 3002
  • 0

LA FAMIGLIA DEGLI ARRONI E UN PAESE UMBRO DALLE NOBILI ORIGINI ANTICHE

Adagiata strategicamente a dominare la sponda sinistra del <strong>fiume Nera</strong> su di un antica via che ne costeggiava il declivio delle acque, <strong>Arrone,&nbsp;</strong>splendida cittadina dell&rsquo;<strong>Umbria</strong>, ha origini molto antiche. <br /><br />La tradizione e alcuni documenti rinvenuti dallo storico Ludovico Iacobilli negli archivi delle abbazie di Subiaco, Farfa e Ferentillo, raccontano la fondazione per mano della potente famiglia degli<strong> Arroni</strong> che costruirono nel IX sec. la rocca caratteristica che custodita da bastioni circolari &egrave; ancora oggi simbolo de &ldquo;La Terra&rdquo; come viene definito l'insediamento pi&ugrave; antico della cittadina.<br /><br />Il castello &egrave; abbracciato dalle possenti mura e attraversato da una via principale che conduce alla piazza dove &egrave; in bella evidenza la <strong>Chiesa di San Giovanni Battista</strong> di stile gotico e decorata da una serie di splendidi affreschi del 1400. Attraverso la Porta San Giovanni, si esce da &ldquo;La Terra&rdquo; e ci si addentra nell&rsquo;altra parte pi&ugrave; moderna della cittadina, il quartiere Santa Maria con edifici nobiliari rinascimentali che prende il nome dalla <strong>Collegiata di Santa Maria Assunta</strong> (1500).<br /><br /><strong>STORIA DI ARRONE<br /></strong><br />DAGLI UMBRI AI ROMANI - Frequentazioni pi&ugrave; antiche sono testimoniate da rinvenimenti di bronzetti votivi sulla vetta del <strong>Monte di Arrone</strong>, che attesterebbero l&rsquo;esistenza di un <strong>Santuario Umbro</strong> sulla sua vetta testimoniato anche da un grande taglio rettangolare nella roccia calcarea profondo otre metri, riempito da detriti e non ancora indagato. La posizione dei santuari montani, mai casuale per come descritti nelle tavole eugubine, sono da far risalire alla loro valenza di (visibili) punti di aggregazione religiosa e politica delle popolazioni che vivevano le valli. Come possiamo desumere dalle fonti che raccontano della costruzione da parte dell&rsquo;allora console Curio Dentato, della via Curia e nel 271 a.C. di quel &ldquo;taglio&rdquo; mirabile che oggi chiamiamo <strong>Cascata delle Marmore</strong>, il territorio pass&ograve; attorno all&rsquo;inizio del III sec. a.C. sotto l&rsquo;influenza dei Romani e cos&igrave; accadde che questi santuari, dove spesso le divinit&agrave; locali venivano assimilate a quelle del culto latino, restassero comunque importanti: ne sono testimonianza alcuni ex-voto anatomici in terracotta, una testa marmorea femminile, oggi conservata nella sede del comune, rinvenuta a fine &lsquo;800 in loc. Valle Sacrata ai piedi del monte, insieme ad altri reperti come un sigillo, un cippo di travertino e un&rsquo;epigrafe rinvenuta presso la Chiesa di San Lorenzo a Tripozzo.<br /><br />DAL MEDIOEVO ALL&rsquo;EPOCA MODERNA - Il dominio della famiglia sulla media Valnerina, dur&ograve; sino al XIII sec. quando gli Arroni dovettoro sottomettersi al Ducato di Spoleto perdendo autonomia e prestigio. Fu soltanto nel 1347 che Arrone divenne libero Comune, nel 1527 l&rsquo;intero territorio subir&agrave; il saccheggio dei militari di ritorno dal Sacco di Roma. Nel 1860 entra a far parte del Regno d&rsquo;Italia con prestigioso primo sindaco, il capitano di Garibaldi Gaetano Turchetti.<br /><br /><strong>SPORT E NATURA</strong><br />I verdi ambienti dell&rsquo;Umbria si esaltano ad Arrone, comune immerso il quel <strong>Parco Fluviale del Nera</strong> che vuol dire: natura, sport e luoghi di incontaminata bellezza.<strong> Canoa, rafting, torrentismo, canyoning</strong> e ogni tipo di <strong>sport acquatico</strong> di fiume si fondono con <strong>trekking</strong>, che oltre il parco raggiunge la Valserra e gli altri territori del ternano, cos&igrave; come il <strong>mountainbiking</strong> per un territorio che pu&ograve; essere a tutti gli effetti descritto come la patria degli <strong>sport outdoor.</strong><br /><br />Ed &egrave; sull&rsquo;onda di della suggestione del vivere un&rsquo;esperienza in questo paradiso che nascono i Bike Days, con: <a href="http://activeumbria.it/ita/0/blog/16/greenway-del-nera-adventure-trail-mtb-ebike/" target="_blank">Greenway del Nera Adventure Trail (MTB + eBike)</a>, <a href="http://activeumbria.it/ita/0/blog/17/lumbria-del-grand-tour-bici-strada/" target="_blank">L'Umbria del Grand Tour (bici strada)</a>, <a href="http://activeumbria.it/ita/0/blog/19/valnerina-mtb-tour-by-night-mtb-e-ebike/" target="_blank">Valnerina MTB Tour By Night (MTB e eBike)</a>,&nbsp;<a href="http://activeumbria.it/ita/0/blog/20/valnerina-bike-tour-easy-mtb-e-ebike/" target="_blank">Valnerina Bike Tour Easy (MTB e eBike)</a> quattro magnifici appuntamenti sportivi dal 7 all&rsquo;9 settembre, tesi alla riscoperta della Valnerina partendo dalla citt&agrave; che fu degli Arroni<br /><br />Vi aspettiamo!<br /><br />Per maggiori info:&nbsp;<a href="http://www.activeumbria.it" target="_blank">www.activeumbria.it</a>