Accedi o Registrati
Un tesoro nascosto tra i monti: Valle del Menotre
  • 03/05/2020
  • Miriam
  • To see: landscape & places
  • 191
  • 0

Un tesoro nascosto tra i monti: Valle del Menotre

Non è il fiume più famoso, non è la valle più avventurosa, non è la cascata più alta ma la Valle del Menotre nel cuore dell'Appennino Umbro è un luogo di rara bellezza.
Vi portiamo alla scoperta di un territorio di alta collina che, seppur vicino alla città di Foligno, è rimasto da sempre isolato rispetto alla Via Flaminia, alla Valle Umbra e ai centri più famosi.
Il fiume Menotre nasce nel comune di Sellano, a 800 metri di altezza, si fa strada sulla montagna attraverso la roccia e luoghi impervi, fino a "precipitare" nei pressi del villaggio di Pale nella valle sottostante formando delle bellissime Cascate.
Quest'area che prende il nome di Parco dell'Altolina è una delle aree più suggestive dell'appennino umbro marchigiano, disseminato di luoghi ameni e borghi che sembrano essersi fermati nel tempo.

Un tesoro nascosto tra i monti: Valle del Menotre

A Valle delle cascate del Menotre, il fiume incontra altre vene d'acqua e numerose sorgenti: qui si trova Rasiglia un borgo medievale di rara bellezza circondato da acque per questo motivo conosciuto come "Borgo dei ruscelli".
Rasiglia, un luogo che dopo il terremoto sembrava destinato a diventare un paese fantasma, negli ultimi anni, grazie alla potenza del web, è stato letteralmente preso d'assalto da Igers, fotografi e curiosi della domenica alla ricerca dello scatto da cartolina.
Scorci di vicoli antichi attraversati da ruscelli, fiori, cascate, mulini e ponti in legno: ci sono tutti gli ingredienti per foto da migliaia di like!
Le acque hanno fatto da sempre la fortuna della valle, sin dalle prime colonie di abitanti.
I monaci che si stabilirono in questi luoghi, svilupparono molte attività sfruttando la forza dei mulini ad acqua per la lavorazione della lana, dei cereali, dell'olio e soprattutto della carta. Nel medioevo la carta di Pale era famosa in tutta Italia per l'alta qualità: la prima stampa della Divina Commedia di Dante avvenne a Foligno nel 1442 con la carta delle cartiere di Pale.

Un tesoro nascosto tra i monti: Valle del Menotre

A protezione di questo antico "polo industriale" nel 14mo secolo venne ampliato il Castello che ancora oggi sovrasta il borgo di Pale.
Costruito intorno all'anno mille e successivamente ampliato si presenta oggi in un buono stato di conservazione, dovuto alle frequenti opere di restauro.
Nei secoli attirati dalla bellezza del territorio e dalla tranquillità della valle vi soggiornarono personaggi illustri quali la regina Cristina di Svezia e Isabella di Spagna.

Il tesoro più nascosto della Valle è la Chiesa di Santa Maria Giacobbe, nota come Eremo di Pale.
Il mito sulla fondazione narra che Maria Giacobbe, la Maria che insieme alla Maddalena trovò il Sacro Sepolcro vuoto, si rifugiò in penitenza nella grotta del Sasso di Pale, lasciando qui una sua impronta.
Da qui si diffuse nella valle il culto della venerazione di Santa Maria Giacobbe.
La chiesa risale al 1200 anche se la presenza di monaci orientali nella parte rupestre dell'eremo, fa risalire l'origine a tempi ben più antichi.
La chiesa, scavata interamente nella roccia, è un luogo impervio e isolato circondato da un'aurea mistica che trasporta il visitatore in tempi lontani.
La serenità dell'ambiente, la maestosità della natura circostante, rendono la Valle del Menotre un luogo non solo da visitare ma soprattutto da vivere.
Trekking, canyoning, passeggiate a cavallo, escursioni in quad vi permetteranno di scoprire questi tesori nascosti da una prospettiva completamente diversa.

Le tante proposte Dreavel per scoprire la Valle del Menotre:

Gusto, Relax e outdoor
Trekking e relax gastronomico
Passeggiata a cavallo nella valle
Escursioni in Quad