Cookie Consent by Free Privacy Policy website Chi può praticare un cammino? | Dreavel
Chi può praticare un cammino?
  • 02 Ottobre 2023
  • Samanta
  • 2436
Outdoor activities

Chi può praticare un cammino?

Un cammino non è una gara, questo è il punto di partenza fondamentale da tenere in considerazione prima di partire. Detto questo, non significa che bisogna intraprendere un cammino da sprovveduti, l'allenamento è comunque fondamentale.

Proprio per questo chiunque abbia voglia di mettersi in gioco o provare questa esperienza unica, può decidere di intraprendere un cammino, basta tenere in considerazione alcuni suggerimenti che vi spieghiamo nel nostro articolo ed anche i più timorosi saranno pronti a partire.

L'ETA' GIUSTA PER PARTIRE

Non esiste un'età migliore di un'altra per intraprendere un cammino, l'importante è sapersi organizzare. Ogni cammino è diviso in tappe e ad ognuna di queste sono presenti posti dove alloggiare o mangiare, in base all'età o alla preparazione fisica basta organizzare la lunghezza della propria tappa in modo da non arrivare stremati a fine giornata. Come abbiamo detto l'allenamento è fondamentale prima di intraprendere un cammino, se non sai come allenarti leggi il nostro articolo "COSA FARE PRIMA DI INTRAPRENDERE UN CAMMINO" troverai tanti spunti fondamentali per non arrivare impreparato al tuo viaggio.

Chi può praticare un cammino?

MEGLIO DA SOLI O IN COMPAGNIA?

"La felicità è reale solo se condivisa" Christopher McCandless era giunto a questa conclusione nella sua esperienza, resa famosa dal film "INTO THE WILD", ma è veramente così?

Quando si parla di cammino non si fa riferimento solo alla parte "atletica" del percorso ma anche a quella spirituale, quindi è giusto che ognuno scelga il suo modo di intraprendere un cammino. Partire da soli è sicuramente un modo per entrare in contatto con noi stessi, avere la libertà di decidere quando e dove andare, facendo capo solo alle proprie esigenze, ma questo non significa che durante il viaggio non si possa essere aperti agli altri, fare nuove conoscenze od unirsi ad un gruppo già formato. Allo stesso modo, partire in compagnia ci permette di condividere un'esperienza unica con le persone che abbiamo accanto, magari sentirci più sicuri e trovare un appoggio se ci saranno dei momenti di sconforto. Il viaggio in compagnia ci permetterà comunque di vivere momenti solo con noi stessi, dove poter riflettere ed entrare in contatto con la nostra parte più profonda.

Chi può praticare un cammino?

UN CAMMINO E' VERAMENTE PER TUTTI?

Potenzialmente un cammino dovrebbe essere alla portata di tutti, ma prima di intraprendere un percorso bisogna informarsi sulle tappe e sui punti pernottamento e ristoro, capire come sono organizzati I percorsi e se le strutture che troviamo lungo il tragitto sono fruibili veramente da tutti.

Le donne possono intraprendere un cammino da sole? 

Certo! basta adottare le stesse misure di sicurezza che si intraprendono nella vita quotidiana, i cammini più frequentati sono spesso controllati da guardie di sicurezza e difficilmente ci si ritrova a percorrere lunghi tragitti di strada da sole.

E i bambini? 

Quando sono molto piccoli basta organizzarsi con un marsupio o uno zaino da viaggio e quando sono più cresciuti bisognerà organizzare le tappe anche per la loro portata. Di certo non avranno il passo o la resistenza di un adulto, per questo il viaggio dovrà essere organizzato su misura anche per loro, meglio scegliere un itinerario semplice e di pochi giorni come il nostro "LA VIA DI SAN FRANCESCO: DA GUBBIO AD ASSISI"

I cammini possono essere percorsi anche da chi ha ridotte possibilità motorie? 

Questo è un discorso più ampio che va affrontato per ogni singolo cammino perchè ognuno di essi può avere peculiarità diverse ed è inoltre importante capire se anche i servizi che si trovano lungo il percorso siano alla portata veramente di tutti. Per questo bisogna informarsi bene e su ogni singola tappa prima di partire. Ci auguriamo che ogni cammino venga presto reso fruibile da ogni persona, ma non con un trattamento speciale per chi ha una disabilità ma che la sua fruibilità sia semplicemente alla portata di tutti.

Chi può praticare un cammino?

Quindi se non vuoi perderti questa esperienza unica sappi che con un pò di allenamento e la giusta organizzazione potrai partire e goderti un viaggio meraviglioso, che sia da solo, in coppia, con la famiglia o con gli amici. Per essere sicuro di non tralasciare nulla leggi anche il nostro articolo su "QUALE ATTREZZATURA USARE DURANTE UN CAMMINO".


N.B. Questo articolo è solo a titolo informativo, rivolgiti sempre al tuo medico prima di intraprendere un allenamento o iniziare un cammino per assicurarti che le tue condizioni di salute siano idonee allo svolgimento del viaggio.