Accedi o Registrati
La Mongolfiera: origini e storia
  • 18/03/2020
  • Riccardo
  • Outdoor activities
  • 40
  • 0

La Mongolfiera: origini e storia

La mongolfiera è un veicolo aereo che utilizza aria calda per ottenere una forza o spinta verso l'alto, necessaria per sollevarsi da terra secondo il principio di Archimede. La categoria cui appartiene la mongolfiera è quella degli aerostati, ovvero veicoli aerei che utilizzano gas per sollevarsi ed è il tipo più comune di pallone aerostatico.

I primi palloni ad aria calda risalgono addirittura al 220 d.C. in Cina, venivano utilizzati per delle segnalazioni militari ed erano ovviamente privi di equipaggio.

Solamente 1500 anni dopo avviene il primo volo documentato di un pallone ad aria calda in Europa, ad opera del presbitero portoghese Bartolomeu de Guismao, precisamente l'8 agosto del 1709 a Lisbona. Egli riuscì a far decollare un piccolo pallone fatto di carta piena d'aria calda a circa 4 metri dal suolo davanti alla corte del re Joao V.

Per un pallone in grado di trasportare persone, dobbiamo attendere qualche decennio ancora, quando il 19 ottobre del 1783 a Parigi i fratelli Montgolfier crearono un pallone che utilizzava aria calda per galleggiare nell'aria: nacque così la mongolfiera. In quell'occasione il pallone era ancorato a terra, ma un mese dopo avvenne il primo volo libero.

Il pioniere del volo aerostatico in Italia fu il conte Paolo Andreani, che impressionato dall'impresa dei fratelli Montgolfier, decise di replicarla nel giardino della sua villa di campagna a Moncucco di Brugherio, commissionando a due architetti la costruzione di una mongolfiera. Fu così che il 13 marzo 1784 il conte Andreani, in compagnia di due operai che avevano partecipato alla realizzazione del pallone, volò per quasi mezz'ora coprendo 6 miglia e raggiungendo un'altezza di circa 1500 metri prima di atterrare.

Le mongolfiere moderne con la sorgente d'aria calda a bordo vennero create da Ed Yost durante gli anni cinquanta, il primo volo avvenne il 22 ottobre del 1960.