Accedi o Registrati
Corsa all'Anello di Narni
  • 20/03/2017
  • Valentina
  • Events & exhibition
  • 595
  • 0

Corsa all'Anello di Narni

Da fine aprile alla seconda domenica di maggio, l'affascinante centro storico di Narni è in festa. Come nel 1371, cala sulla città un'atmosfera antica e suggestiva. Bandiere, fiaccole, cortei, spettacoli, concerti, mostre, tornei cavallereschi, mercati, convegni, ricostruzioni di antichi mestieri, forni e taverne rievocano tutte le sere il fantastico volto medievale di Narni.

Questa è la Corsa all'Anello di Narni, festa dedicata al Santo Patrono Giovenale e divenuta ormai il marchio della città, raggiungendo obiettivi sempre più ambiziosi che l'hanno fatta distinguere nel variegato mondo delle rievocazioni medievali dei borghi storici della Penisola.

Nelle due settimane antecedenti la seconda domenica di maggio, quando avviene l'attesa giostra equestre, la città indossa gli abiti del Medioevo e come in una macchina del tempo, catapulta la sua atmosfera e le sue vie nel lontano 1371, anno al quale si ispira la festa del patrono.

La tradizione della gara viene mantenuta nella spettacolare corsa storica che ha luogo proprio il 3 maggio, giorno del patrono, nella piazza dei Priori. La vera Corsa all'Anello però, presenta regole moderne e viene disputata presso lo stadio San Girolamo la seconda domenica di maggio in un crescente pathos che fa palpitare i cuori dei contradaioli in campo e sugli spalti.

I tre terzieri che si contendono l'anello d'argento sono Mezule, che presenta i colori bianconeri, Fraporta, con i colori rossoblu e Santa Maria, dal vessillo arancio viola.
La rivalità dei rioni che sono dislocati nella parte "de sopra" (Mezule), "de mezzo" (Fraporta) e "de sotto" (Santa Maria) rispetto al centro storico, anima tutta la festa.
Non ci si ferma al solo evento agonistico, spaziando dalle giornate medievali fino ad arrivare agli spettacoli dei gruppi artistici e culturali, alle mostre ed alle ricostruzioni delle ambientazioni medievali nelle vie e nelle piazze. Tra antichi mestieri, fiaccole e bandiere, la festa diventa ancora più magica, con un particolare accento sulla gastronomia, con le tcaratteristiche taverne che presentano menù con i tipici prodotti del territorio.